Tu sei qui: Home / Dizionario / Accordo multifibre internazionale

Accordo multifibre internazionale

Accordo multilaterale nato nel 1974 e rinegoziato ogni 4 anni, concluso tra la Comunità europea e altri paesi importatori e fornitori di prodotti appartenenti al settore tessile/abbigliamento, per regolamentare il commercio internazionale di questi prodotti.

Gli scambi internazionali del settore venivano regolati con due regolamenti diversi:

  • un primo, teso a disciplinare le importazioni dei tessili provenienti da Paesi terzi, con i quali la Comunità europea ha posto in essere accordi bilaterali  con cui limitare i quantitativi esportati da quei Paesi (Licenza di importazione per prodotti tessili);
  • un secondo, con cui regolare le importazioni di prodotti tessili provenienti da Paesi con i quali la Comunità europea non ha posto in essere protocolli o accordi bilaterali.

L’Accordo multifibre, che è servito ai paesi industrializzati a proteggere le proprie industrie tessili dall’aggressione dei PVS , derogando le regole del GATT ( GATT/GATS) sul commercio internazionale, si concluderà definitivamente il primo gennaio 2005.

L'ottavo round negoziale del GATT, l'Uruguay Round , ha previsto l'eliminazione dell'accordo nel giro di dieci anni, eliminando tutte le restrizioni quantitative al commercio di tessile ed abbigliamento. L'eliminazione completa dei contingentamenti ha avuto luogo solo il 1 gennaio 2005. La fine dell'accordo Multifibre ha provocato una forte crescita delle esportazioni tessili dalla Cina; la dura reazione dei produttori tessili americani ed europei ha portato a nuove misure di protezione temporanea dei mercati occidentali.