Tu sei qui: Home / Dizionario / AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)

AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)

L’ iscrizione all’AIRE a norma della legge n. 470/88 è uno dei requisiti necessari per la perdita della residenza fiscale e l’ottenimento della non imponibilità in Italia dei redditi delle persone fisiche. L’Anagrafe contiene i dati dei cittadini italiani che risiedono all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi. Essa è gestita dai Comuni sulla base dei dati e delle informazioni provenienti dalle Rappresentanze consolari all’estero. L’iscrizione all’AIRE è un diritto-dovere del cittadino (art. 6 legge 470/1988) e costituisce il presupposto per usufruire di una serie di servizi forniti dalle rappresentanze consolari all’estero, nonché per l’esercizio di importanti diritti, quali per esempio:

• la possibilità di votare per elezioni politiche e referendum per corrispondenza nel Paese di residenza, e per l'elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento Europeo nei seggi istituiti dalla rete diplomatico-consolare nei Paesi appartenenti all'U.E.;

• la possibilità di ottenere il rilascio o rinnovo di documenti di identità e di viaggio, nonché certificazioni;

• la possibilità di rinnovare la patente di guida (solo in Paesi extra U.E.; per i dettagli consultate la sezione Autoveicoli - Patente di guida).

All’AIRE devono iscriversi:

• i cittadini che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi;

• quelli che già vi risiedono, sia perché nati all’estero che per successivo acquisto della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo.

All’AIRE non devono iscriversi:

• le persone che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore ad un anno;

• i lavoratori stagionali;

• i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963;

• i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero. Per ulteriori informazioni consultare http://www.esteri.it/