Tu sei qui: Home / Dizionario / CAD (Centro di Assistenza Doganale)

CAD (Centro di Assistenza Doganale)

L'istituto dei CAD, previsti dalla legge n. 66/92, si concretizza nell'attività professionale dello spedizioniere doganale, oggi doganalista,  esercitata sotto forma d'impresa (società di capitali). I CAD hanno per oggetto sociale esclusivamente l'esercizio di assistenza doganale e il loro statuto deve essere obbligatoriamente conforme al modello predisposto negli allegati del decreto ministeriale n. 549/92.

I CAD, tra l’altro, sono obbligati a:

  • avere una sede legale e una struttura operativa (uffici, attrezzature e contabilità);
  • devono avere la forma giuridica di società di capitali, con un capitale sociale minimo di 52.000 euro
  • essere obbligatoriamente iscritti in apposito albo professionale tenuto presso l'Agenzia delle Dogane;
  • devono avere come oggetto dell’azione sociale il solo esercizio dell’assistenza doganale;
  • essere sottoposti a preventiva verifica dell'autorità doganale che ne certifichi l'esistenza e l'efficienza operativa;
  • essere solidalmente responsabili con il proprietario delle merce per le operazioni doganali poste in essere;
  • non possono diventare titolari di un contratto di trasporto, né possono acquisirlo per subappaltarlo.

Ciò significa che di fatto il doganalista non può occuparsi di attività di trasporto e logistica.

Inoltre, possono essere ammessi alle procedure semplificate di cui all'art. 76 del Codice Doganale Comunitario.