Tu sei qui: Home / Dizionario / Documento Amministrativo Unico (DAU)

Documento Amministrativo Unico (DAU)

  • Ingl. Single administrative document
  • Fr. Document administratif unique

Il DAU è un formulario utilizzato per dichiarare la destinazione doganale  che un soggetto intende dare alle merci estere, nazionali o comunitarie presentate in dogana (Reg. Cee n. 2454/93 "Disposizioni di attuazione del codice doganale comunitario").

Quelle che si chiamavano destinazioni doganali, secondo l'accezione data dal Testo Unico delle disposizioni legislative in materia doganale (DPR 23 gennaio 1973, n. 43), corrispondono al regime doganale  definito dall'attuale codice doganale comunitario .

La dichiarazione in dogana si caratterizza per alcuni aspetti: essa é spontanea e svincolata da ogni periodicità, essendo strettamente preordinata alle esigenze di movimentazione delle merci.

La funzione della dichiarazione doganale è duplice: destinare la merce ad un regime con l'assunzione degli obblighi ad esso connessi e fornire tutti gli elementi per l'accertamento dei tributi da pagare o garantire.

La dichiarazione in dogana può essere fatta da chiunque sia in grado di presentare alle autorità doganali la relativa merce e tutti i documenti la cui presentazione sia necessaria per consentire l'applicazione delle disposizioni che disciplinano il regime per il quale la merce è stata dichiarata.

La dichiarazione in dogana per le importazioni ed esportazioni definitive per scopo commerciale può essere fatta verbalmente (senza presentazione del DAU), a condizione che l'operazione sia effettuata dal proprietario della merce e il valore di quest'ultima non superi 516,00 euro.

Sul DAU va indicato, tra l'altro, l'identità e domicilio fiscale del proprietario delle merci, e l'eventuale suo rappresentante; la qualità, la quantità, il valore, l'origine della merce, la classificazione tariffaria, la destinazione doganale, l'importo dei singoli tributi e l'ammontare complessivo della somma da pagare o garantire.

Gli elementi fondamentali della dichiarazione doganale DAU sono:

  • la qualità della merce, necessaria per la classificazione merceologica del prodotto nella tariffa doganale e l'individuazione dell' aliquota daziaria e altre fiscalità;
  • la quantità della merce, necessaria per l'individuazione e il controllo della merce;
  • il valore della merce, necessaria per la quantificazione dei diritti dovuti mediante l'applicazione dell'aliquota dei diritti doganali sul valore medesimo,
  • l'origine della merce, necessaria, atteso che l'aliquota daziaria per una stessa categoria merceologica prevedere deroghe più favorevoli nella tariffa, a seconda che la merce sia originaria di Stati beneficiari di preferenze tariffarie accordate dall'UE.

La dichiarazione doganale deve essere scortata da tutta la documentazione necessaria per supportare quanto dichiarato, con particolare riferimento agli elementi essenziali:

  • qualità: descrizione analitica della merce, certificati di analisi ecc.;
  • quantità: packing list , fattura , lettere di vettura e documenti di trasporto, ecc.
  • origine: certificato d'origine  FORM-A, certificato EUR 1 , certificato ATR (per scambi con la Turchia), dichiarazione su fattura ecc.;
  • valore: fattura, contratto; documento di trasporto; polizze assicurative; ecc.

Altri documenti sono:

  • autorizzazioni, licenze ecc: sono necessarie per poter accedere a particolari regimi doganali, oppure per poter importare alcune merci contingentate o soggette a misure di vigilanza ecc.;
  • dichiarazione d'intento: si rende necessaria se all'importazione il dichiarante voglia avvalersi del plafond  e non pagare l'IVA in dogana.                                            

Oggi, per gli operatori che agiscono in “procedura domiciliata con firma elettronica”, esiste la possibilità di effettuare esportazioni in ambiente totalmente informatizzato.
Il sistema sotto il quale ciò è possibile si chiama ECS.

Il documento rilasciato si chiama DAE (Documento Accompagnamento all'Esportazione).