Tu sei qui: Home / Dizionario / Importazione in franchigia

Importazione in franchigia

Si parla  importazione in franchigia quando le merci importate non sono tenute al pagamento degli oneri doganali . La “franchigia” degli oneri doganali riguarda le importazione di merci destinate a: sedi diplomatiche, uffici statali, società ed organismi internazionali senza scopo di lucro (FAO, UNICEF etc.), altre società ed organismi riconosciuti dallo stato italiano come enti di beneficenza (ONLUS). Forze Armate dello Stato,contingenti militari stranieri dislocati nelle basi NATO presenti sul territorio nazionale                                                                                                            La franchigia è concessa a determinate condizioni anche all’importazione di:                            

  • Effetti personali e masserizie usati e di proprietà di cittadini stranieri non residenti nell’Unione Europea che prendono la residenza sul territorio nazionale
  • Effetti personali e masserizie usati e di proprietà di cittadini italiani che riprendono la residenza sul territorio nazionale dopo un periodo di permanenza fuori dall’Unione Europea
  • Effetti personali e masserizie a seguito del viaggiatore, cioè tutto ciò che un soggetto trasporta durante un limitato periodo di soggiorno in Italia e che riporta con sé quando lascia il territorio nazionale
  • Attrezzi e strumenti necessari per l’esecuzione di lavori e/o prestazioni varie che permangono sul territorio nazionale per il tempo necessario alla conclusione dei lavori e/o delle prestazioni