Tu sei qui: Home / Dizionario / Marchio INE

Marchio INE

Marchio nazionale di esportazione che doveva essere applicato ai vini e vermut destinati al mercato dei paesi NAFTA  (Canada, Usa e Messico). Per ottenere questo marchio i produttori di vino dovevano sottoporre i medesimi ad un esame chimico ed organolettico nei laboratori di analisi preventivamente riconosciuti i quali, accertato l’esito favorevole, rilasceranno un certificato attestante che il vino da esportare è in possesso dei requisiti prescritti per l’applicazione del marchio nazionale. La procedura per ottenere il marchio INE veniva  istruita dalle Camere di commercio ( Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura) competenti per territorio e successivamente trasmessa all’ICE(Istituto Nazionale per il Commercio Estero) , che rilasciava il marchio dopo circa due mesi dalla domanda. I produttori in possesso del marchio INE dovevano  far figurare sulle etichette dei vini diretti ai mercati nordamericani la marcatura di origine, la gradazione alcolica, il contenuto netto, oltre ad eventuali indicazioni sul tipo di vino. Il marchio poteva essere revocato in caso di frode o per il suo mancato utilizzo per un lungo periodo. Con Decreto 8 febbraio 2006 è stato infatti abolito l'obbligo del Marchio INE sulle partite di vino destinate ai mercati del Nord America. Detto decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.37 del 14/2/2006.